OLIO, OLIVO E OLIVA

L'OLIVO

L’Olivo(Olea europaea)è una delle piante arboree coltivate più importanti del bacino Mediterraneo.Appartiene alla famiglia

delle Oleaceae ed è suddivisa in due specie:Olea europaea oleaster(oleastro),Olea europaea sativa(olivo coltivato).

L’Olivo coltivato è una pianta molto longeva e in condizioni climatiche e ambientali ottimali,clima mite e aree

collinari,raggiunge facilmente i cento anni e anche di più.E’ una pianta sempre verde ed una delle sue caratteristiche

è la capacità di rigenerarsi,infatti la base detta ceppaia(o pedale)è in grado di produrre nuovi germogli detti polloni.

L'olivo è una specie tipicamente basitone,cioè che assume senza intervento antropico la forma tipicamente conica.

I fiori sono ermafroditi,piccoli,bianchi e privi di profumo,costituiti da calice(4 sepali)e corolla. Sono raggruppati in mignole

(10-15 fiori ciascuna)che si formano da gemme miste presenti su rami dell'anno precedente o su quelli di quel annata.

Le foglie sono di forma lanceolata,disposte in verticilli ortogonali fra di loro,coriacee(si differenziano a secondo della cultivar).

Sono di colore verde glauco e glabre sulla pagina superiore mentre presentano peli stellati su quella inferiore che le

conferiscono il tipico colore argentato e la preservano a loro volta da eccessiva traspirazione durante le calde estati mediterranee.

Solitamente di forma ovoidale può pesare da 2-3 gr per le cultivar da olio fino a 4-5 gr nelle cultivar da tavola.

La buccia, o esocarpo,varia il suo colore dal verde al violaceo a differenza delle diverse cultivar.La polpa,o mesocarpo,

è carnosa e contiene il 25-30 % di olio,raccolto all'interno delle sue cellule sotto forma di piccole goccioline.

Il seme è contenuto in un endocarpo legnoso,anche questo ovoidale,ruvido e di colore marrone.Il legno d'olivo,duro,

giallo con venature brune,è usato in ebanisteria,per fare mobili e altri lavori fini;è anche un ottimo combustibile.

 

 


             
               L'OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

                           

                            L'Extravergine non è un condimento ma un vero e proprio alimento,composto da tanti grassi buoni

                            e qualitativamente importanti.Caratteristiche che ne fanno un elisir di lunga vita. L'olio di oliva è considerato

                            l'unico alimento fondamentale derivante da un frutto,ricco di vitamine e antiossidanti e protegge dai radicali liberi.

                            Da oltre cinquemila anni si ottiene dalla spremitura di olive separando l'olio dall'acqua di vegetazione.

                            Per chiamarsi extravergine deve essere ottenuto da olive esclusivamente mediante processimeccanici,

                             in condizioni che non ne causino alterazioni,non deve aver subìto processi diversi dal lavaggio,decantazione,

                            centrifugazione e filtrazione. Deve avere un contenuto di Acido Oleico(grado di acidità)non superiore al 0,8%.

                            La qualità di un olio dipende da molti fattori:la cultivar,lo stato dell'ulivo e del frutto al momento della raccolta,la tecnologia

                            seguita nella produzione,nella raccolta,nell'estrazione e le condizioni di conservazione.L'olio è un prodotto delicato che teme

                            in modo particolare la luce, il calore, gli odori che possono compromettere fortemente la qualità finale.

 

 


 
LA POTATURA

 

La potatura non è una pratica basata solo sul taglio,ma è l’arte di guidare le piante durante il ciclo vitale.

Con il termine potatura si intendono una serie di interventi.Di solito dopo la potatura non è necessario

procedere ad alcuna disinfezione del taglio,tuttavia il trattamento con prodotti a base di rame serve a ridurre

la probabilità d’introduzione di alcuni parassiti in quegli oliveti, dove la presenza della rogna dell’olivo crea spesso problemi.

La P. dell'olivo è una pratica indispensabile di cui un buon olivicoltore non può fare a meno.

L’ulivo è un albero sempreverde che può raggiungere grandi dimensioni:questo è uno dei motivi principali

per cui è importante intervenire con una buona potatura.L’importante è prediligere i mesi di fine

inverno o inizio primavera, febbraio - marzo,in cui la pianta non ha ancora iniziato la prima fase della fruttificazione.

La P. dell’ulivo può anche non essere effettuata tutti gli anni:la scelta su quando operare va fatta in base

alle proprie necessità e agli spazi che si ha a disposizione.